Home » Page 3

Il grasso è importante per cervello e nervi

20 luglio 2013 Inserito in Discorsi, Swadhisthan

I Sette ChakraCome Gregoire vi ha detto, in quest’area risiede il principio del Maestro Primordiale [l'area verde a livello dell'addome]. Quando cominciate a pensare, questo centro – quello giallo, ovvero lo Swadhisthan chakra – trasforma il grasso dallo stomaco per l’uso nel cervello. Ora le persone sono così tanto contro il grasso di questi tempi che sarebbe davvero pericoloso mettersi a parlare di grasso.
Da dove andate a prendere il rimpiazzo per le vostre cellule cerebrali? Ditemi, se non consumate nessun grasso e allora il vostro fegato non ce la fa. Quindi qualsiasi grasso voi assumete, assumete una qualsiasi quantità di grasso, non avrete nessun peso, perché quel grasso è la riserva per ii vostro cervello che pensa tutto il tempo.
Dovete… sapete che questo cervello è costituito di cellule fatte di grasso? Lo sapete o no? Il cervello non è altro che cellule fatte di grasso. In sanscrito è chiamato medh. E l’intera cosa è chiamata medhi, persino il cervello. Anche i vostri nervi sono fatti di cellule di grasso. Ora, se voi non lo assumete, non assumete grasso in alcuna forma… non dico di mangiarne una montagna, no, no, quello che intendo dire se non ne mangiate affatto, quello che fate è che il vostro corpo sarà affamato del grasso di cui ha bisogno; sia per il cervello che per i nervi. Se non assumerete grasso nel corpo, sarete una persona nervosa. Qual è il supplemento per i vostri nervi? Cosa andrete a fornirgli?
Continua a leggere »

Commenti disabilitati

Cosa rattrista molti ricercatori

14 luglio 2013 Inserito in Discorsi, Interviste

Benché questa conferenza sia stata tenuta negli USA e quindi sia stata rivolta ad un pubblico americano, alcune delle tematiche trattate si riscontrano in generale a tutto i mondo occidentale.

Ieri sera ero davvero molto felice di incontrare tutti voi e pensavo come avrei potuto raggiungervi così spontaneamente. È una grande cosa gioire dei momenti in cui ci incontriamo. Ieri ho trattato i vostri problemi, e Gregoire [un sahaja yogi svizzero] ha detto che tutti voi avete avuto per lo più problemi di lato sinistro [il lato emozionale/lunare] che non di lato destro [lato dell'azione/solare], che significa che l’ego non è così forte come il problema di lato sinistro.

Shri Mataji Nirmala Devi, fondatrice di Sahaja YogaIl problema lato sinistro è il problema che viene a voi a causa di alcuni errori che avete commesso nel vostro cercare. Quindi non importa, può essere risolto. La base del problema di lato sinistro viene perché penso che non abbiate avuto l’amore dei vostri genitori anche nella vostra infanzia.
Uno dei maggiori problemi è quello che viene dalla madre cosa che non vi permetteva di sentire la sicurezza quando eravate bambini, tanto per cominciare. Il lato sinistro è quello della madre.
L’altra cosa potrebbe essere che quando siete andati in società, la gente ha cercato di creare diffidenza in voi con le proprie norme e le idee sulla vita; vedete, la loro idea di successo è molto diversa da quella di un ricercatore. Perché, per un ricercatore, l’unico vero successo che può avere è quando ha scoperto la verità. Vedete, questo è ciò che sta cercando. E se un bambino è nato ricercatore in una famiglia che non sa che cosa è la ricerca [interiore/spirituale] – essi sono solo alla ricerca di soldi o qualcos’altro di simile che è molto superficiale e senza senso per un ricercatore – allora la diffidenza cresce in lui, a poco a poco, nel suo sub-cosciente e inizia a pensare “Che siamo pazzi?” Oppure “C’è qualcosa di sbagliato in noi?” Oppure “Siamo gente strana? Cosa ci sta succedendo? Allora, come è possibile che siamo così tanto diversi dal resto delle persone che vanno pazzamente  facendo e ne sono così coinvolti  e noi li consideriamo strani.”

Continua a leggere »

Commenti disabilitati

Come superare i problemi di Cuore

14 luglio 2013 Inserito in Articoli vari

Vita ← Cuore → Sentimenti

 

cuore sano

Alla base della nostra vita c’è questo semplice piccolo organo, grande quanto un pugno, chiamato cuore. Il Cuore ci dà vita ed è espressione della vita. Amore, odio, paure, angoscia, speranze, delusioni, ambizioni… la nostra vita è un susseguirsi di emozioni e sentimenti, che ci coinvolgono e a volte anche ci sconvolgono.

In verità, il cuore è più di una macchina e di un affollarsi di sentimenti contrastanti. La sua intangibile essenza è la fonte del suo benessere, ma siccome questo non lo sappiamo, allora soffriamo o persino ci ammaliamo.

Il Cuore è la sede del nostro Spirito.

Lo Spirito è la Pura Essenza di noi stessi.
È Pura Consapevolezza. È Somma Saggezza.
Lo Spirito è il Riflesso di Dio in noi.

Continua a leggere »

Il modo di dire le cose

10 luglio 2013 Inserito in Racconti

Una mattina, come spesso succedeva, il califfo Harun al-Rashid convocò un indovino e gli raccontò il seguente sogno: ” Ho sognato che i miei denti cadevano l’uno dopo l’altro e alla fine la mia bocca restava senza denti. Cosa ne pensi?”
“Oh! Signore, non è un buon segno. Il sogno significa che i tuoi parenti moriranno prima di te e tu rimarrai solo!” gli disse l’indovino.
Il califfo dapprima si rattristò e poi si infuriò a tal punto che ordinò all’indovino di andare via e di non farsi più vedere.

Quindi convocò un altro indovino e anche a questi raccontò il suo sogno. Questi gli rispose: “Oh! mio signore, è un buon segno. Il sogno prevede che la tua vita sarà lunga e che tu sopravvivrai ai tuoi parenti e vivrai più a lungo di tutti!”.
Il califfo tutto contento disse: “Che bel sogno!”, e diede cento denari all’esperto che lo aveva interpretato così bene.

Più tardi il califfo chiamò il visir e gli ordinò di cercare il primo indovino e di chiedergli scusa per come era stato cacciato dal palazzo. In fondo, il primo gli aveva rivelato la medesima cosa, ma aveva solo sbagliato la maniera di dirla.

********

Anche la verità più scottante si può dire in modo gentile, tale da essere accettata senza disappunto da chi ci ascolta. In lingua indiana si dice:

SATYAM BADE, PRYAM BADE… ITAM BADE

Ovvero, bisogna dire la verità e in questa verità dire qualcosa che sia gradevole allo Spirito della persona che ascolta.

Si può ben dire che la gentilezza è l’intelligenza del cuore.

Non Fumate, ma Meditate

2 luglio 2013 Inserito in Articoli vari, In evidenza

Molte persone fumano per rilassarsi. Ma è importante notare che questo tipo di rilassamento è illusorio, perché non crea effettivamente un rilascio delle tensioni che le disturbano. Le tensioni rimangono tranquillamente dentro di loro e si accumulano, giorno dopo giorno, fino a maturare disturbi maggiori dello stress e dell’ansia.

Meditare rilassa veramenteSe ci si pensa un attimo, quello che succede quando una persona fuma è che le sostanze chimiche del tabacco (o altre sostanze contenute nella sigaretta) vanno ad agire a livello di sinapsi (le connessioni delle cellule nervose), dando la sensazione di un allentamento delle tensioni… allentamento che avviene però solo a livello sensorio, perché le tensioni sono ancora dentro di quella persona e rimarranno là fino a che non verranno EFFETTIVAMENTE rimosse.

Anzi, col passare del tempo le tensioni si accumuleranno sempre più nei suoi centri energetici (che corrispondono a livello fisico proprio ai centri nervosi) e ad un certo punto cominceranno a fare danni, non solo a livello emotivo – irritabilità, problemi di attenzione, mancanza di silenzio mentale, ansia – ma anche a livello fisico.

Il miglior modo per rilassarsi  è la MEDITAZIONE.

Tramite la meditazione e alcune semplici tecniche, è possibile rimuovere la tensione cui si è sottoposti ogni giorno. A mano mano che vi sentirete più leggeri e rilassati, questo stato si stabilizzerà dentro di voi e sarete in grado di gestire condizioni di stress in ogni momento… ops, in realtà quelle che una volta consideravate condizioni di stress, non esisteranno più.
E tutto questo avverrà a costo zero.

Ora facciamo un altro passo avanti. Abbiamo detto che la meditazione è il modo migliore per rilassarsi e per conquistare uno stato di serenità permanente in voi stessi.
Però, la meditazione non può essere una tecnica che si attui tramite una manipolazione mentale, un processo di auto-convincimento. Ovvero non si può meditare tramite uno sforzo mentale, il pensare che “Io devo meditare, devo calmare la mente, i miei sensi, devo meditare, …”.
La vera meditazione dovrebbe essere un fenomeno che si attua in modo spontaneo, tramite un processo reale che avviene dentro di voi e che vi porta in quello stato di liberazione dalle tensioni e da tutto ciò che disturba la vostra attenzione. In altre parole: le tensioni se ne dovrebbero effettivamente andare da voi, e non solo idealmente. Questo è ciò che dovrebbe succedere.

Tramite Sahaja Yoga si ottiene un’esperienza reale!

Sahaja Yoga è un metodo unico che vi permette di risvegliare la vostra energia interiore, un’energia che risiede a livello potenziale nel vostro osso sacro fin dalla vostra nascita e che si chiama Kundalini. Ed è proprio questa energia che, una volta risvegliata, vi porterà nello stato di meditazione e vi libererà veramente dalle tensioni che avete accumulato nei vostri centri energetici.

Liberarsi dalle tensioni è solo il punto di partenza

  • Tramite il metodo di Sahaja Yoga si può raggiungere uno stato permanente di completo benessere.
  • Si diventa maestri di se stessi: in modo del tutto spontaneo, si impara come migliorare se stessi e mantenere lo stato di benessere raggiunto.
  • Si dirà addio a tutti gli stati di disagio che si potevano incontrare prima e si potrà anche aiutare gli altri a migliorare.

Meraviglia delle meraviglie, tutto questo si può imparare seguendo i corsi gratuiti di Sahaja Yoga, disponibili nei centri in varie regioni d’Italia e su questo sito web.

Sperimentate subito!

Innocenza e Castità

30 giugno 2013 Inserito in Mooladhara

Innocenza e castità sono due principi che vengono spesso citati negli articoli di questo sito e quindi sarebbe utile, per la loro comprensione, conoscere il senso che viene ad essi attribuito in Sahaja Yoga.

Quello che succede è che spesso l’innocenza viene confusa con l’ingenuità, mentre comunemente con castità s’intende una pratica di astinenza.

Ora, qui, con innocenza intendiamo una qualità della materia, dell’intera creazione e quindi anche degli esseri umani,  un potere che abbiamo in noi e che risiede nel Muladhara chakra (il primo centro energetico); mentre la castità è la messa in atto di questo potere.
Per esempio, l’innocenza può essere paragonata all’elettricità che abbiamo in casa, essa esiste indipendentemente dal fatto che la usiamo o meno; nel momento in cui usiamo l’elettricità per accendere la luce, essa agisce. Quindi mentre l’innocenza è come l’elettricità, la castità è come l’uso che ne facciamo. Di conseguenza, se noi diciamo “Ho fatto questa cosa innocentemente”, non è esatto, perché se noi facciamo qualcosa allora quella è castità.

Ora un punto molto importante è che l’innocenza non può mai essere distrutta, è una qualità precipua della creazione. Quello che può succedere però è che, mentre gli animali sono sempre innocenti qualsiasi cosa facciano  (in quanto seguono le leggi della Natura istintivamente), gli esseri umani possono scegliere se seguire il bene o il male e quindi possono oscurare la propria innocenza.
Quindi l’innocenza degli esseri umani può essere sporcata, ma può anche essere recuperata.

Continua a leggere »

Differenza fra Sahaja Yoga e gli altri yoga

22 giugno 2013 Inserito in Discorsi, Interviste

Ecco un’intervista video fatta a Shri Mataji in Italia, nella quale Shri Mataji spiega molto bene la differenza fra Sahaja Yoga e gli altri tipi di yoga. Abbiamo trascritto una parte di essa.

Traduttrice: Vorrei dire due parole su questa personalità che adesso è qui con noi, che è stata a Milano dove ha avuto due conferenze, una alla sala della Provincia, sponsorizzata dalla Provincia; e adesso, lunedì e martedì, terrà due conferenze al Teatro Giulio Cesare, con ingresso libero.

Shri Mataji - Conferenza Stampa a Roma 1985

La Signora è ormai nota in tutto il mondo e tiene conferenze gratuite in tutto il mondo su questo yoga, che Lei stessa ha messo a punto e che però è molto di più di uno yoga di esercizi – che poi in questo caso neanche ci sono – è una vera e propria scoperta di nuove dimensioni dell’essere umano, di nuove dimensioni della coscienza, della conoscenza, della vita intesa in senso totale. Perché attraverso questo yoga si modificano i rapporti interpersonali, si riesce a vivere una vita sociale equilibrata, si riesce a togliersi di dosso tutte quelle infrastrutture negative, che la nostra società è così abile nel proporci. E questo grazie ad un procedimento che Lei sola è in grado d innestare e che fa di questo Yoga qualcosa di diverso da tutti gli altri, che è la Realizzazione del Sé, di cui Lei stessa parlerà.
Direi che il motivo per cui Shri Mataji Nirmala Devi compie questi suoi viaggi faticosi per fare conferenze qua e là, sono esclusivamente umanitari.
Continua a leggere »

Commenti disabilitati

Yoga nelle scuole

15 giugno 2013 Inserito in Insegnare ai bambini, News

Questa presentazione richiede JavaScript.

Meditazione Yoga e Bambini

Generalmente si è portati a pensare che le discipline orientali, la meditazione o la spiritualità possano essere pienamente comprese solo da persone adulte e mature. Si pensa che l’unica cosa che possa destare interesse nei bambini sia il gioco e che non riescano a stare fermi nemmeno cinque minuti per meditare.
Ebbene, non è proprio così.

In realtà, i bambini sono molto più sensibili e ricettivi di quello che si pensa. Essi sono immediati nella loro percezione del mondo – esteriore ed interiore – e nella sua comprensione; i bambini difficilmente credono a quello che non riescono in effetti a sperimentare. Non tendono a giustificare o concettualizzare ogni cosa con la razionalità, come tendono a fare gli adulti: “Ma no… si però… forse è così”.
Continua a leggere »

Prendersi cura del proprio corpo

13 giugno 2013 Inserito in Trattamenti

Nel seguente estratto, ci sono alcuni suggerimenti dati da Shri Mataji su come prendersi cura di sé anche a livello fisico; ricordando che il nostro corpo è il Tempio del nostro Spirito, anche esso ha la sua importanza e deve essere opportunamente curato se vogliamo mantenere i nostri chakra a posto.
Di seguito, ci sono altri suggerimenti, non estratti da questo discorso.

Uso del ghee per proteggere l’Hamsa chakra

Dovete mettere un po’ di burro riscaldato nel naso, dentro il naso, con il contagocce, burro non troppo caldo, tiepido, è molto importante… Non so per quale motivo in questo paese non lo facciate, ma è una cosa molto semplice da fare. Fatelo ogni tanto, oppure ogni due, tre giorni, ma anche tutti i giorni va bene. È come spalmarsi la crema sulle mani, perché il clima freddo fa screpolare anche la parte interna del naso, e quando mettete questo ghee* [burro chiarificato] la parte interna del naso si idrata e si ammorbidisce e non avrete dei problemi. È semplicissimo. Tutti devono farlo, tutti voi sahaja yogi dovreste farlo.
Ci sono molte cose che dovreste fare, e una è questa: cercate di mantenere a posto l’Hamsa chakra attraverso il naso. Se mantenete il naso a posto, l’Hamsa chakra  migliorerà. Per questo è bene usare questo semplice metodo: scaldate del ghee, versatelo in una bottiglietta con il contagocce, poi, la sera prima di andare a dormire, lo scaldate a bagnomaria ed lo mettete nel naso.

Se siete molto raffreddati potete anche mettere pochissima canfora nell’olio, e poi metterlo dentro il naso. Anche questo vi aiuta a contrastare il raffreddore e a mettervi a posto.

Continua a leggere »

Conferenza per i dottori a Marina di Pietrasanta 1998

6 giugno 2013 Inserito in Discorsi, Interviste

Conferenza per i dottori, tenutasi a Marina di Pietrasanta (Italia), il 2 ottobre 1998.

Romano Battaglia: Come vedete, fiori dappertutto, sono un messaggio stupendo. Qual è il messaggio della Grande Madre Shri Mataji Nirmala Devi?

Shri Mataji intervistata da Romano Battaglia in una conferenza ai dottori

Shri Mataji: Questi sono tempi di grandi sconvolgimenti, ci sono molti problemi che sorgono ogni giorno che non si erano mai visti prima: problemi politici, problemi economici, problemi personali, problemi di famiglia. Ora sorgono anche delle complicazioni a livello psicologico e tutti stanno cercando di trovare delle soluzioni. Ci sono anche i problemi fisici di cui i dottori si devono occupare. E siccome anche io stavo studiando medicina, conosco bene quali siano le difficoltà.
Nonostante tutto questo cercare, non sono ancora giunti ad una soluzione.
Ma se crediamo in Dio che è il creatore, dobbiamo anche credere che Egli ci abbia dato un modo che ci permetta di risolvere questi problemi.
Continua a leggere »

Commenti disabilitati